Chat with us, powered by LiveChat

Piani e Programmi per il settore cultura e creativo e per turismo nel 2021-2027

Project Lab per acquisire le competenze necessarie per predisporre le richieste di finanziamento nel settore culturale e audiovisivo e del turismo.

Costo iscrizione - Corso (9 ore)​

Entro il 23 gennaio 2023: € 236 + IVA (Totale: € 287,92 IVA inclusa)
€ 295 + IVA (Totale: € 359,90 IVA inclusa)

Costo iscrizione - Tutoraggio (2 ore)​

Entro il 23 gennaio 2023: € 192 + IVA (Totale: € 234,24 IVA inclusa)
€ 240 + IVA (Totale: € 292,80 IVA inclusa)

Nell’ambito della programmazione 2021-2027, le risorse per il settore culturale e creativo e per il turismo sono previsti, come tema specifico o trasversale rispetto ad altre priorità tematiche, nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nella programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei e nell’ambito dei Programmi a gestione diretta della Commissione Europea.

I programmi e le iniziative finanziate nell’ambito del Quadro finanziario pluriennale 2021-2027, consentono di cogliere numerose opportunità per promuovere progetti a favore del turismo e dei settori culturali e creativi. Di particolare rilevanza sono infatti le risorse allocate a favore della missione 1 del PNRR, i Programmi a gestione diretta della Commissione tra i quali Europa creativa, e le specifiche linee di azione previste nei programmi nazionali e regionali finanziati con il FESR.

Il programma Europa Creativa, in particolare, promuove la cooperazione europea per:

  • Preservare la diversità culturale e linguistica
  • Ottimizzare il potenziale dei settori culturali e creativi europei
  • Oviluppare iniziative transfrontaliere tecnologicamente e artisticamente innovative
  • Realizzare modelli di business e di partenariato per scambiare, co-produrre e distribuire opere europee e renderle accessibili a un pubblico ampio e diversificato

Gli obiettivi specifici sono:

  • Salvaguardare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo
  • Aumentare la competitività e il potenziale economico dei settori culturali e creativi, in particolare del settore audiovisivo

Nel dettaglio il programma si articola in tre sezioni:

  • Cultura, per promuovere i settori culturali e creativi europei
  • Media, per sostenere l’industria audiovisiva europea
  • Sezione Transettoriale per sostenere azioni che abbracciano il settore audiovisivo e altri settori culturali e creativiP

Il corso intende sviluppare competenze di progettazione europea per il settore culturale e audiovisivo, fornendo ai partecipanti nuove possibilità per inserirsi o rilanciarsi nel mercato dell’economia della cultura.

  • Fornire conoscenze e strumenti tecnici per accedere ai contributi UE e nazionali
  • Supportare lo sviluppo di idee progettuali innovative e competitive, da presentare sui bandi attivi e di prossima apertura per il settore cultura e audiovisivo

Il corso si rivolge ad enti pubblici e privati che operano nel settore dell’istruzione e della cultura, alle associazioni no-profit, alle imprese culturali e creative, alle fondazioni e a tutti i soggetti interessati ad acquisire competenze specifiche nella stesura e nella gestione di progetti europei nel settore cultura.

La partecipazione al corso di formazione prevede, su richiesta, il rilascio dell’ attestato di partecipazione. 

Slides predisposte dal docente ed ampia selezione di specifici materiali di documentazione, ricerca e fonti informative su bandi e programmi.

Programma

Il corso ha una durata totale di n. 9 ore + 2 ore di tutoraggio opzionale, acquistabile a parte.

La formazione sfrutterà esempi pratici e case studies, che consentono di fissare l‘apprendimento teorico e creare le premesse per la successiva fase di discussione e confronto.

I laboratori di progettazione si baseranno su un approccio partecipativo, in cui i discenti saranno guidati nello sviluppare le proprie idee progettuali sulla base delle competenze teoriche acquisite in precedenza.

8 febbraio 2023 dalle ore 14.00 alle 17.00

I fondi UE per la Cultura nella programmazione 2021 – 2027

  • Introduzione al funzionamento ed utilizzo dei principali fondi europei a gestione diretta e indiretta della programmazione UE 2021 – 2027, con focus particolare sui fondi per cultura e creatività del programma Europa Creativa.
  • Fondi diretti e fondi indiretti della nuova programmazione 2021-2027: opportunità di finanziamento
  • Panoramica sui principali programmi europei (Ambiente, Cultura, Inclusione sociale, Istruzione e Formazione, Gioventù e Ricerca)
  • Europa Creativa 2021-2027: analisi di scenario, con focus sulle sfide del mercato italiano, attraverso lo studio di case studies
  • Europa Creativa e PNRR: priorità e risorse per il settore culturale
  • Analisi delle sinergie dei due diversi strumenti finanziari e dei passaggi fondamentali e propedeutici alla definizione dell’impianto progettuale, focalizzato su un progetto culturale da presentare nell’ambito del programma europeo “Europa Creativa”.
  • Analisi contesto e punti di forza (Work Programme e obiettivi)
  • Pianificazione delle attività di progetto
  • Identificazione dei costi di progetto ammissibili
  • Monitoraggio dei bandi attivi e di prossima apertura

13 febbraio 2023 dalle ore 14.00 alle 17.00

  • Laboratorio di europrogettazione: elaborazione di progetti europei a valere sul Programma Europa Creativa 2021-2027 – Parte 1
  • L’idea di progetto: analisi; definizione parti interessate (stakeholder); approccio metodologico; disegno/schema
  • Approccio europeo e criteri trasversali di qualità: transnazionalità; innovazione; bottom-up; complementarietà; diffusione ed effetto moltiplicatore; diffusione; pari opportunità; sostenibilità; ambiente; value-for-money; nuove tecnologie
  • Sviluppo della proposta tecnica: scopo; obiettivi; attività; risultati ed impatto; milestones; indicatori; timing; risorse; fattibilità e logica dell’intervento

15 febbraio 2023 dalle ore 14.00 alle 17.00

  • Laboratorio di europrogettazione: elaborazione di progetti europei a valere sul Programma Europa Creativa 2021-2027 – Parte 2
  • Gli aspetti finanziari della proposta: condizioni ed obblighi finanziari UE; categorie di sovvenzione; costi eleggibili e non; bilancio, gestione e giustificazione; distribuzione delle risorse; pagamenti EU
  • Il consorzio: risorse e mezzi disponibili; primo contatto e inviti; negoziazione; lavoro in rete; buone pratiche

Accompagnamento e tutoraggio post corso one-to-one per orientamento e assistenza:

  • Disamina del progetto o dell’idea progettuale con apporto di correzioni e modifiche e analisi dei bandi di riferimento per la formulazione di richiesta di finanziamento
  • Verifica delle modifiche e delle indicazioni suggerite con controllo della documentazione da produrre
  • Supporto nella fase istruttoria della richiesta di finanziamento per rispondere a richieste di chiarimenti dell’Autorità di gestione degli aiuti
  • Chiarimenti e pareri su interpretazioni di norme e circolari con specifico riferimento al progetto da presentare

Iscrizioni aperte!

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Costo iscrizione - Corso (9 ore)

Entro il 23 gennaio 2023: € 236 + IVA (Totale: € 287,92 IVA inclusa)
€ 295 + IVA (Totale: € 359,90 IVA inclusa)

Costo iscrizione - Tutoraggio (2 ore)

Entro il 23 gennaio 2023: € 192 + IVA (Totale: € 234,24 IVA inclusa)
€ 240 + IVA (Totale: € 292,80 IVA inclusa)

Paga in 3 rate senza interessi con PayPal*

Richiedi informazioni

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Docente

Michele Colavito

Europrogettista

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze internazionali e diplomatiche nel 2003, ha avviato la sua attività professionale fornendo supporto consulenziale al Ministero per i beni e le attività culturali nel settore della programmazione negoziata e per la definizione, stipula ed attuazione degli Accordi di Programma Quadro oltre che per l’attuazione di attività di assistenza tecnica e capacitazione istituzionale principalmente a favore delle Regioni del Sud nel quadro di tre cicli di programmazione dei fondi strutturali. Attualmente è consulente dell’Agenzia per la coesione territoriale dove si occupa di Cooperazione territoriale europea e di progetti per il rafforzamento della capacità amministrativa nell’ambito del periodo di programmazione 2014-2020 e fornisce supporto specialistico all’Autorità di Gestione del POR FESR Lazio. Svolge attività di affiancamento tecnico a Piccole e Medie Imprese e start up innovative per la partecipazione a bandi relativi a Programmi a gestione diretta della Commissione europea. Ha sviluppato competenze nel campo della progettazione europea, del project management e della rendicontazione dei progetti europei gestendo progetti di cooperazione tra enti e istituzioni italiane e dei Paesi euromediterranei.

TERMINI E CONDIZIONI: FASI.eu si riserva modifiche non sostanziali del programma e del corpo docente, nonché di confermare l’effettivo svolgimento del corso nelle date indicate in base al numero di iscritti.
Carrello