fbpx

EuroProgettazione con i Bandi Interreg: i fondi europei per la Cooperazione Territoriale

Una panoramica sui programmi Interreg per la Cooperazione Territoriale a cui partecipa l’Italia

 


Codici prodotti MEPA
Acquisto singolo: FASI_INTERREG
Acquisto multiplo:FASI_INTERREGX

 


Costo iscrizione

€  295 + IVA  (Totale: € 359,90 IVA inclusa) 

I programmi Interreg contribuiscono alla politica di coesione dell’UE per ridurre le disparità di sviluppo fra le regioni europee. Scopri i bandi Interreg destinati alle regioni italiane per favorire la coesione economica, sociale e territoriale.

Il bilancio europeo 2021-2027 destina circa 8 miliardi di euro alla Cooperazione Territoriale Europea (CTE) per rafforzare la coesione economica e sociale, attraverso un approccio integrato che prevede la collaborazione tra Paesi:

  • sui confini terrestri e marittimi (componente transfrontaliera)
  • in spazi geografici estesi definiti dalla Commissione Europea (componente transnazionale)
  • tra i territori regionali dell’Unione (componente interregionale)
  • con le regioni ultraperiferiche (componente ultraperiferica)

e nell’ambito delle seguenti tematiche prioritarie:

  • ricerca e innovazione tecnologica,
  • transizione industriale e imprenditorialità,
  • ambiente e biodiversità, cambiamenti climatici, efficienza energetica, economia circolare
  • occupazione, inclusione sociale e sanità,
  • mobilità intermodale e sviluppo sostenibile delle zone urbane, rurali e costiere.

Nella programmazione della CTE per il 2021-2027, la capacità dei Paesi e dei territori di utilizzare i fondi disponibili come risorsa aggiuntiva, a complemento dello sviluppo territoriale, dovrà essere sempre maggiore, anche in considerazione delle ingenti risorse rese disponibili attraverso il PNRR.

Le giornate di formazione proposte hanno una struttura tecnica e operativa e si propongono di offrire ai destinatari da un lato un inquadramento complessivo della CTE nel 2021-2027, e dall’altro elementi concreti per predisporre un progetto di cooperazione a partire dai principali bandi previsti o già pubblicati.

Laureati triennali e magistrali di tutte le facoltà, professionisti interessati ad accrescere e diversificare le proprie competenze, oltre che a funzionari di enti ed organizzazioni pubbliche e private, consulenti, imprenditori, responsabili strategie, amministratori delegati, project manager.

La partecipazione al corso di formazione prevede, su richiesta, il rilascio dell’ attestato di partecipazione. 

Slides predisposte dal docente ed ampia selezione di specifici materiali di documentazione, ricerca e fonti informative su bandi e programmi.

Programma

5 aprile 2022 dalle ore 14.00 alle 17.00

La Cooperazione Territoriale Europea nella politica di coesione

  • La cooperazione territoriale: obiettivi, caratteristiche e componenti di cooperazione
  • Ambiti geografici e tematici d’intervento: i Programmi di CTE che coinvolgono l’Italia
  • Focus tematici per il 2021-2027
  • I principali beneficiari

7 aprile 2022 dalle ore 14.00 alle 17.00

I progetti di CTE

  • Le caratteristiche di un progetto di CTE
  • I principali criteri di valutazione dei progetti
  • Modalità attuative
  • Esempi di progetto e principali risultati

12 aprile 2022 dalle ore 14.00 alle 17.00

La costruzione di un progetto CTE

  • I bandi e le principali modalità operative per la presentazione di un progetto di CTE
  • Il partenariato e le modalità di cooperazione
  • Esercitazione pratica a partire da un bando della programmazione 2021-2027

Iscrizioni chiuse!

Scopri le principali caratteristiche della Cooperazione Territoriale Europea per la collaborazione tra i territori dei diversi Stati membri dell’UE mediante la realizzazione di azioni congiunte, scambi di esperienze e costruzione di reti tra attori nazionali, regionali e locali!

Costo iscrizione

€  295 + IVA  (Totale: € 359,90 IVA inclusa) 

Richiedi informazioni

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

I docenti

Michele Colavito

Europrogettista

Dopo aver conseguito la laurea in Scienze internazionali e diplomatiche nel 2003, ha avviato la sua attività professionale fornendo supporto consulenziale al Ministero per i beni e le attività culturali nel settore della programmazione negoziata e per la definizione, stipula ed attuazione degli Accordi di Programma Quadro oltre che per l’attuazione di attività di assistenza tecnica e capacitazione istituzionale principalmente a favore delle Regioni del Sud nel quadro di tre cicli di programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei. Attualmente è consulente senior dell’Agenzia per la coesione territoriale dove si occupa di Cooperazione territoriale europea, del coordinamento dell’attuazione di progetti per il rafforzamento della capacità amministrativa nell’ambito del periodo di programmazione 2014-2020 e dell’attuazione di iniziative nell’ambito del Programma nazionale di ripresa e resilienza. Fornisce supporto specialistico all’Autorità di Gestione del POR FESR Lazio. Svolge attività di affiancamento tecnico a Piccole e Medie Imprese e start up innovative per la partecipazione a bandi relativi a Programmi a gestione diretta della Commissione europea. Ha sviluppato competenze nel campo della progettazione europea, del project management e della rendicontazione dei progetti europei gestendo progetti di cooperazione tra enti e istituzioni italiane e dei Paesi euromediterranei.

Rita Fioresi

Europrogettista

Si occupa da 25 anni di progettazione, implementazione, gestione, monitoraggio e valutazione di Programmi e progetti europei. Ha svolto la propria attività prevalentemente presso strutture della Regione Emilia-Romagna, partecipando alle fasi di programmazione, gestione e attuazione dei Programmi INTERREG che coinvolgono il territorio regionale e acquisendo al contempo una conoscenza approfondita dei principali strumenti di governance locale e di programmazione territoriale. Ha collaborato all’ideazione, gestione e rendicontazione di progetti europei per diversi soggetti pubblici e privati e svolge docenze su Project Management e Logical Framework Approach e sulla Cooperazione Territoriale Europea (CTE). Attualmente coordina presso ART-ER (Società consortile della Regione Emilia-Romagna) le attività in carico al Punto di contatto nazionale del Programma di cooperazione transnazionale MED 14-20 e le attività di affiancamento tecnico alla Regione nell’attuazione dei Programmi di CTE; in tale ambito è ideatrice e coordinatrice di un percorso di valutazione del contributo dei progetti di CTE al raggiungimento degli obiettivi della politica regionale di coesione.

Carrello