Chat with us, powered by LiveChat

"Eco-progettare": economia circolare con i bandi PNRR del MiTE

Codici prodotti MEPA
Acquisto singolo: FASI_MITE
Acquisto multiplo: FASI_MITEX



Costo iscrizione

€ 195 + IVA (Totale: € 237,90 IVA inclusa)

Il 15 ottobre 2021 scorso il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani ha firmato i decreti sull’economia circolare con i relativi avvisi per i progetti inerenti alla raccolta differenziata, impianti di riciclo e iniziative “flagship” per le filiere di carta e cartone, plastiche, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), tessili – Missione 2, Componente 1 del PNRR. L’ammontare di risorse economiche è pari ad 1,5 miliardi di euro per la realizzazione di nuovi impianti di gestione dei rifiuti e l’ammodernamento degli impianti esistenti e 600 milioni di euro per la realizzazione di progetti faro di economia circolare per filiere industriali strategiche.

Lo stesso giorno è stato pubblicato anche il  decreto per l’approvazione del piano operativo per il sistema avanzato e integrato di monitoraggio e previsione (Missione 2, Componente 4 del PNRR).

Il MiTE si è, inoltre, contestualmente dotato di un Gruppo di lavoro “Supporto attuazione PNRR” creato per supportare il Dipartimento competente all’interno del Ministero nell’attuazione degli interventi nell’ambito del PNRR. Il Gruppo di lavoro supporta nella predisposizione di tutta la documentazione necessaria e nelle attività funzionali all’espressione dei pareri e delle posizioni del Ministero nell’ambito dell’attuazione del PNRR.

L’Italia è la prima beneficiaria, in valore assoluto, dei due principali strumenti del NGEU: il Dispositivo per la Ripresa e Resilienza (RRF) e il Pacchetto di Assistenza alla Ripresa per la Coesione e i Territori d’Europa (REACT-EU). Il solo RRF garantisce risorse per 191,5 miliardi di euro, da impiegare nel periodo 2021-2026, delle quali 68,9 miliardi sono sovvenzioni a fondo perduto. L’Italia intende inoltre utilizzare appieno la propria capacità di finanziamento tramite i prestiti della RRF, che per il nostro Paese è stimata in 122,6 miliardi.

Lo scopo di questo corso è illustrare il PNRR in generale illustrando le sue radici e comparandolo con gli omologhi deli altri Paesi offrendo una panoramica visione della sua struttura e dando conto della valutazione del suo impatto atteso sul PIL e sulla creazione di posti di lavoro.

Il Corso si rivolge a: policy maker, Amministratori Pubblici, funzionari e tecnici che operano nel campo dell’europrogettazione, oltre che a professionisti, funzionari di enti ed organizzazioni pubbliche e private, consulenti, imprenditori, responsabili strategie e project manager.

La partecipazione al corso di formazione prevede, su richiesta, il rilascio dell’ attestato di partecipazione.  Inoltre, sempre su richiesta, è previsto il riconoscimento di un Open Badge rilasciato dal docente. L’attestato digitale certifica le competenze tecniche acquisite e può essere pubblicato sia sui social network che integrato nel curriculum vitae personale elettronico.

Slides predisposte dal docente ed ampia selezione di specifici materiali di documentazione, ricerca e fonti informative su bandi e programmi.

Programma

15 dicembre 2021 dalle ore 14:30 alle 16:30

PNRR in generale, struttura del piano, relazioni con altri strumenti finanziari (diretti ed indiretti), analisi comparata NGUE e misura dell’impatto economico

  • Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nascita e sviluppo
  • Le sei missioni tra investimenti e riforme
  • PNRR e Horizon Europe un forte legame
  • Gli altri Recovery Plan europei similitudini e differenze
  • Misura dell’impatto economico del PNRR sul PIL

17 dicembre 2021 dalle ore 14:30 alle 16:30

Attuazione e gestione del PNRR, opportunità per i Comuni e imprese, i bandi e gli avvisi

  • Strutture attuative del PNRR
    – Presidio e coordinamento
    – Attuazione delle misure
  • Opportunità per i Comuni e per le imprese
  • Il Coordinamento MEF su attuazione del PNRR
  • L’attuazione del PNRR (Modalità attuative per tipologia di intervento)
  • Dove siamo arrivati
  • Circolare RGS istruzioni tecniche per la predisposizione di bandi e avvisi
  • Struttura per bandi e gli avvisi

21 dicembre 2021 dalle ore 14:30 alle 16:30

Analisi degli avvisi MiTE attivi sulla Missione 2 Componente linee di investimento 1.1 e 1.2 e dei relativi formulari di sottomissione dei progetti pubblicati il 25/11/2021

  • Avvisi MiTE attivi sulla Missione 2 Componente
  • Linee di investimento 1.1 e 1.2 differenze
    – Destinatari e requisiti
    – Criteri di ammissibilità
    – Istruttoria delle Proposte
    – Procedura di valutazione
    – Criteri di valutazione
    – Attribuzione punteggi
  • I formulari
  • I prossimi passi

Iscrizioni CHIUSE!

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Scopri i nuovi bandi del Ministero della Transizione ecologica con risorse del PNRR!

Costo iscrizione

€ 195 + IVA (Totale: € 237,90 IVA inclusa)

Richiedi informazioni

"*" indica i campi obbligatori

Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Il docente

Vanni Resta

Europrogettista

Presidente della Fondazione Manlio Resta, docente di Europrogettazione presso il Master in “Europrogettazione e professioni europee” della Sapienza Università di Roma ed Ambasciatore per il Patto europeo del Clima. Europrogettista, insegna europrogettazione anche presso altri atenei tra cui l’Università dell’Aquila e l’Università per stranieri “Dante Alighieri” e l’Università Telematica Internazionale UniNettuno. Comincia la sua attività di progettista a partire dagli anni ’90 (dal IV Programma Quadro dell’UE) dopo la laurea con lode in economia. Esperto valutatore della Commissione europea partecipa alla sottomissione e gestione di progetti, specialmente in ambito Horizon Europe, collaborando con numerose istituzioni nazionali ed internazionali pubbliche e private. È autore del manuale “Europrogettare con i fondi Horizon e i finanziamenti diretti dell’Unione europea” e pubblicazioni sul tema.

Carrello